Ravenna

Ravenna

Ben 8 dei suoi monumenti sono stati dichiarati dall'Unesco 'patrimonio dell'umanità' per la suprema maestria artistica dell'arte del mosaico. San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, Sant'Apollinare Nuovo e in Classe, il Battistero degli Ariani, la Cappella Arcivescovile e il Mausoleo di Teodorico costituiscono un patrimonio di 1500 anni di storia. 

Ravenna è una delle città più singolari, storicamente e artisticamente più importanti d'Italia.Città universale, già preconizzata da Augusto che stabilì a Classe la sede della flotta romana del Mediterraneo Orientale; cresciuta in seguito a notevole importanza; divenuta da ultimo baluardo estremo dell'impero, capitale dei regni barbarici, dell'esarcato bizantino, del regno italico medioevale

Città sacra in Dante a tutto il mondo, Ravenna ostenta, in gruppi armoniosi o in superbe solitudini, monumenti di straordinaria importanza e suggestioneresti appartengono a tre grandi periodi storici: l'imperiale con Onorio e Galla Placidia (V sec.); il goto con Teodorico (fine dei V, inizio dei VI sec.) ed il bizantino con Giustiniano dopo il 540.
Circa due secoli di attività artistica ed edilizia trasformano la piccola città romana, sorta sulle dune tra il mare e la palude, in una splendida sede non solo di Imperatori, Re, ed Esarchi, ma anche di una chiesa illustre, tra le più antiche, fondata e glorificata dal martirio di S. Apollinare, dall'eloquenza di S. Pier Crisologo, dall'attività di altri insigni arcivescovi, che hanno unito il loro nome ad un gruppo di monumenti sacri che insieme a quelli di Roma sono i più rappresentativi dell'arte paleo-cristiana: le basiliche - tra le quali si distinguono S.Vitale e S. Apollinare in Classe - e battisteri e mausolei.

Ravenna ha anche dovizia di rare opere di scultura, come testimoniano i numerosi tipici sarcofagi che vanno dal IV fino al IX sec. dalle forme più vitali e corrette ai più grotteschi oscuramenti.