Chiudi

Calcola la tua vacanza

2) Scegli data
3) Dettaglio ospiti
Numero Camere :
Numero notti
Numero adulti:
Numero Bambini:
Invia la richiesta se hai bisogno di ulteriori informazioni non esitare a contattarci

Bosco Mesola

Bosco Mesola è un paese molto rinomato grazie alla sua cucina: il ruolo culinario principale e' rivestito dalla selvaggina, come la faraona e l’anatra e dal maiale.
 

Per quanto riguarda il maiale, le sue origini sono antichissime e già in epoca preistorica i suoi antenati, i cinghiali, vivevano liberamente nei boschi e negli acquitrini di questi luoghi. Il maiale ha sempre rappresentato garanzia di sopravvivenza ed espressione di benessere e, ancora oggi, poco o nulla dell’animale macellato viene scartato.

 

Scegliendo le parti migliori, tra cui il guanciale, la carne può essere aromatizzata con vino rosso e brandy e venire consumata due mesi dopo; a stagionatura ultimata diverrà soda e morbida e, se ben conservata, potrà essere cotta anche dopo due o tre anni.

 

Un ruolo altrettanto rilevante lo riveste la faraona domestica, animale di origine africana che oggi si è pienamente adattata al nostro ambiente, vivendo in branchi e pascolando nei prati e nei frutteti a caccia di larve, insetti e semi. Molto rustiche e semplici da allevare, le faraone si adattano bene all’allevamento estensivo che, nel Delta, prese particolarmente piede nel decennio tra il 1924 e il 1934. La sua carne rossa, molto saporita e non eccessivamente grassa, ricorda in particolare la pernice ed il fagiano, ed è ormai diventata una delle carni più utilizzate nella cucina tradizionale deltizia, anche perché ad essa sono applicabili le ricette che riguardano questi volatili.

 

Molto importante per la cucina deltizia risulta l’anatra, sia domestica che selvatica.

 

Oggi, nel Delta, viene allevata l’anatra muta e la sua carne, discretamente digeribile ma piuttosto grassa, anche se non compare spesso sulle tavole, è molto apprezzata dai buongustai per il particolare sapore. Molte sono anche le sagre dedicate a questo volatile, ed alcune feste sono scandite dal suo utilizzo come piatto tradizionale. La cucina moderna locale ha rivalutato moltissimo questo animale, affiancando alle tradizionali preparazioni arrosto, ripiena o lessa, nuove gustose proposte.

 

Nella stagione da novembre a dicembre, lungo i filari di pioppi, in terreni sabbiosi e di medio impasto, cresce un altro importantissimo prodotto del luogo: l’ottimo tartufo bianco, tra i più profumati e saporiti. Lo si può trovare lungo le golene del Po e specialmente nel Bosco della Mesola.

 

Questo tubero, capace di esaltare i sapori di ogni piatto, viene individuato grazie al fiuto di cani addestrati a tale scopo, e separato dalla terra dal “tartufaro” con un colpo secco dell’apposita picchetta, badando a non rovinare la cavità ove è nato per consentire una successiva riproduzione.

 

Il paese di Bosco Mesola, oltre alla ricca selvaggina e al tartufo, offre gli importanti vini D.O.C. del Bosco Eliceo, un marchio che è riconosciuto a denominazione di origine controllata. I vini del Bosco Eliceo sono quattro: Fortana, Merlot, Sauvignon e Bianco del Bosco. Il Fortana e il Merlot sono vini rossi di gradazione alcolica pari a 10,5° e si accompagnano a piatti di carne, selvaggina, salama da sugo e ai primi piatti della tradizione ferrarese. Al contrario, il Sauvignon e il Bianco del Bosco sono vini bianchi dotati di profumi delicati e caratteristici, che si accompagnano principalmente a piatti a base di pesce.

 

Nelle domeniche di luglio a Bosco Mesola si può partecipare alle Visite al Bosco della Mesola in carro e, nella prima settimana del mese di ottobre, si può visitare la Sagra del vino nuovo. Il mercato paesano si svolge di martedì.

 

Cucina tipica di Bosco Mesola:  

 
  •     FARAONA AL TARTUFO
  •     ANATRA ALLE MELE
  •     INSALATA DI TARTUFI BIANCHI

 

Richiedi informazioni

Contattaci per qualsiasi informazione, siamo a tua disposizione!


 Security code

Condividi questa pagina

Informa i tuoi amici e parenti sulla tua prossima vacanza a Spiaggia Romea

Tweet, Like o +1, a te la scelta!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni